Contributi per la costruzione, la ristrutturazione, l’ampliamento, la straordinaria manutenzione di opere di culto e di ministero pastorale

L.R. 07.03.1983 n. 20 art. 7 ter e L.R. 23.12.1985, n. 53

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

La domanda per l’ottenimento dei contributi per la costruzione, la ristrutturazione, l’ampliamento, la straordinaria manutenzione di opere di culto e di ministero pastorale, di cui alle leggi L.R. 07.03.1983 n. 20 art. 7 ter e L.R. 23.12.1985, n. 53, va presentata esclusivamente in Curia entro il 15 marzo 2020 con le seguenti modalità ed usando solo il modello allegato.

Purtroppo i fondi messi a disposizione dalla Legge di Stabilità sono molto esigui (690.000€ per l’Arcidiocesi di Udine), quindi si chiede di presentare solo le domande per interventi improcrastinabili.

La domanda, in duplice copia, va inoltrata alla Curia Arcivescovile (che poi provvederà a inoltrarla in Regione corredata dai criteri di priorità di cui al Regolamento attuativo della Legge), va redatta in bollo e accompagnata da:

  • una relazione tecnico-illustrativa dei lavori da realizzare,
  • da una esauriente documentazione fotografica a colori (illustrante lo stato di fatto),
  • da un preventivo sommario di spesa e quadro economico (comprensivo di IVA nell’aliquota di legge prevista dalla tipologia dell’intervento e spese tecniche).

Si rammenta che il contributo sarà pari all’80% della spesa ritenuta ammissibile e che, data la scarsità dei fondi a disposizione, avranno priorità i lavori riguardanti le chiese ed i campanili parrocchiali.