Consiglio Parrocchiale per gli Affari Economici

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
 
Accanto al parroco, unico amministratore della Parrocchia e suo legale rappresentante, l’ordinamento canonico prevede la presenza del Consiglio parrocchiale per gli affari economici (CPAE): “In ogni parrocchia deve essere costituito il consiglio parrocchiale per gli affari economici, retto, oltre che dal diritto universale, dalle norme date dal Vescovo diocesano. I fedeli che ne fanno parte, scelti secondo le medesime norme, hanno il compito di aiutare il parroco nell’amministrazione dei beni della parrocchia” (can. 537).

A riguardo così si esprime l’Istruzione in materia amministrativa (IMA): “Le norme date dal Vescovo possono utilmente consistere in un regolamento del consiglio parrocchiale per gli affari economici, da adottarsi in tutte le parrocchie”. Per la nostra Diocesi ciò è avvenuto con l’emanazione dello Statuto del CPAE approvato dal Sinodo Diocesano Udinese V